Vai alla Home - Visitatori on-line - info@casaranosport.it - Redazione

Sei in: Home > UtilitÓ > Archivio News > Dettaglio News -

Pacifico Karate: ecco a voi Marco Mita

Data: 26/11/2010
Dicono che il successo nelle imprese sia assicurato dalla padronanza di sé con cui si compiono. L’ennesima conferma a questo assunto la si ha avuta alcuni giorni fa a Marina di Carrara dove il casaranese Marco Mita è stato il protagonista di un’impresa veramente entusiasmante che solo per un soffio non si è trasformata in un’impresa storica. Ai piedi delle Alpi Apuane infatti, si sono tenuti i Campionati Mondiali di Muay Thai. Questo è uno sport da combattimento che ha le sue origini in un’antica tecnica di lotta thailandese. La Mae Mai Muay Thai studia infatti combattimenti sia con le armi che senza ed era utilizzata dai guerrieri thailandesi in guerra, qualora le armi le avessero perse. Nell’ambito quindi del WTKA world championships, Marco Mita, nella categoria “M” riservata agli inferiori di 71 KG, ha perso un unico combattimento, purtroppo proprio quello della finalissima costringendolo ad accontentarsi del secondo posto.
Marco, che vive a Parma per motivi di studio, nasce a Casarano anche dal punto di vista prettamente sportivo. All’età di 11 anni infatti comincia a frequentare il Dojo di Sensei Rodolfo Pacifico nella disciplina del Karate Kyokushinkai arrivando ad indossare la cintura verde e vi rimane sino al giorno della sua partenza per la facoltà di ingegneria.
In quel di Parma però, non potendo continuare nella disciplina del Kyokushinkai per mancanza di una palestra vicina che lo praticasse, comincia a praticare il Muay Thai che lo porterà, nel volgere di breve tempo, a partecipare alla kermesse internazionale di qualche giorno fa.
Particolarmente duri ed impegnativi gli incontri disputati sempre sulla lunghezza dei 3 interminabili round da 2 minuti l’uno; l’ultimo dei quali però, come detto, risultato fatale al casaranese che, solo ai punti, si è dovuto arrendere alla superiorità tecnica del suo avversario rumeno.
Così sicuro e temibile sul tatami ma così timido e schivo quando i ragazzi della “Pacifico Karate” lo applaudono o quando gli si chiede cosa provi. “Disputare un Campionato mondiale è un’esperienza indubbiamente unica” – ci dice da dietro i suoi occhialini – “ma sono delle esperienze che, al di là del risultato sportivo, sono costruttive dal punto della formazione personale. Da un punto di vista agonistico posso dire di aver pagato lo scotto di non essermi presentato al massimo della mia forma fisica mentre, pur cosciente che in questa disciplina non si smette mai di imparare, ho avuto modo di constatare che, dal punto di vista prettamente tecnico, i campioni dell’est Europa non sono poi così irraggiungibili”.
Decisamente emozionato se non addirittura commosso è invece Sensei Rodolfo Pacifico, primo Maestro di Marco: “la notizia del secondo posto ai campionati mondiali mi ha a dir poco entusiasmato come se fossi stato io a conseguirla. Conosco Marco da quando era un ragazzino e vederlo raggiungere questi traguardi non è per me una sorpresa perché ne conosco le potenzialità. Ma c’è un altro aspetto che mi ha fatto letteralmente emozionare” – prosegue Sensei Rodolfo – “è il fatto che, pur essendo andato via da un po’ di tempo, lui ci abbia tenuto a dividere con me e con i ragazzi della mia Palestra questa gioia. È una questione di grande rispetto che è propria di questa disciplina e che forse anche io ho contribuito a trasmettere”.
Autore/Fonte: Antonio Memmi

Galleria immagini (2 immagini inserite):



CASARANOSPORT A.S.D. - via Vittorio Veneto 7 - Casarano (LE) - 73042 - P.I/C.F. 04022000758